PER I BUONI SENTIMENTI RIVOLGETEVI ALTROVE

Buonasera miei cari Lettori e Lettrici, vi lascio una nuova recensione sul blog, la dovevo fare da un pò di tempo ma causa vari impegni eccomi a farla stasera 🙂
Come sempre vi lascio il link a fine articolo se vorrete comprare il libro 😀
Adesso scopriamo insieme cosa n penso.

2018-11-10-20-44-29

Titolo: Per i buoni sentimenti rivolgetevi altrove
Autore: Roberto Carboni
Casa Editrice: Fratelli Frilli Editori
Genere: Romanzo Giallo
Anno di Pubblicazione: 29 Agosto 2018
Pagine: 218
Prezzo Ebook: 3,63 € (Su Amazon)
Prezzo Cartaceo: 12,90 €
TRAMA
Il cadavere con la testa spaccata, imbustato e gettato nel macero, continua a sconvolgere la vita di Lucio Zanotti. Improvvisamente solo, senza più soldi, casa, famiglia e amici. Con un ergastolo a inseguirlo come una muta di cani affamati. A tentare di difendersi da… nemmeno lui sa cosa. Lucio girerà in lungo e in largo l’Emilia Romagna, in compagnia del suo malridotto furgoncino Volkswagen, Broncospasmo, nel disperato tentativo di sopravvivere al ricatto, sfuggire alle aggressioni e indagare per salvarsi la pelle. L’unica soluzione sarebbe ritrovare la misteriosa e affascinante donna con la quale ha condiviso la sera dell’omicidio. Con la quale si è messo d’accordo per occultare il cadavere. Ma lei è sparita. Come un incantevole fiocco di neve sulla fiamma. Tutto ciò che ha toccato, pare non esistere neppure. Restati solo i guai. Un romanzo perfido e bizzarro, che non dà tregua. Nel quale i personaggi rivendicano ferocemente il loro posto abusivo nel giardino dell’Eden. E sono disposti a tutto. Senza dignità o morale. Per i buoni sentimenti, ora più che mai, rivolgetevi altrove.
CITAZIONI LIBRO

Lucio rientrò a Bologna, giunto a questo punto gli rimaneva solo il furto. Non poteva permettersi che Barnaba se la prendesse con sua madre.”

Franco le bisbigliò qualcosa. Lei si mise a ridere annuendo, allora lui domandò al fratello le chiavi del furgone. Rimasto solo con Anna, Lucio continuò ad ascoltare la sua amica.”

OPINIONE MIA
Il libro è diviso in parti e, all’inizio di ognuna di esse c’è una frase che riguarda gli scacchi. Lucio Zanotti protagonista del libro è un uomo di trentadue anni, occhi azzurri e capelli biondi.
Vera è una donna qualsiasi non molto bella conosciuta sotto le piste del Corno alle Scale, si siede vicino al nostro protagonista e iniziano a parlare finché non sono interrotti dal marito di lei.
Lucio e Vera, si incontrano di nuovo a Bologna e da lì cominciano i guai del nostro caro protagonista. Si, perché insieme uccidono un uomo Sebastiano marito di Vera e, da qui Lucio inizia ad essere minacciato da Barnaba investigatore privato che ha le prove per incastrarlo nel omicidio.
Lucio vorrebbe parlarne con Vera ma la donna non si trova, è sparita.
Il protagonista con mille peripezie aiutato dai suoi fratelli riuscirà finalmente a scoprire la verità, sulla donna sconosciuta e sull’omicidio?
Il libro è scritto in maniera fluida, leggera, con capitoli corti e molte descrizioni e dialoghi. Per essere un giallo è scritto davvero bene, non si può dire che ci sia molta suspense almeno per quanto mi riguarda. L’autore ti coinvolge parecchio nella storia ti senti catapultato insieme a lui nelle sue vicissitudini che sono rocambolesche, investigherete con lui sulla verità che alla fine verrà a galla dopo mille peripezie e poi non dimentichiamoci del suo furgoncino Broncospasmo. Guenda la moglie di Lucio mi è stata antipatica anche se compare solo all’inizio del libro e poco ma quel poco mi è bastato per farmela rendere antipatica, anche Vera mi è subito rimasta antipatica forse perché avevo già intuito cosa sarebbe successo.
Ve lo consiglio di leggere se amate i gialli e se per qualche ora vorrete immergervi e diventare investigatori privati.
Il titolo del libro è molto spesso citato nel libro in quanto Anna, miglior amica di Lucio insieme alla sua compagnia farà una recita, che in qualche modo richiama ciò che succede a Lucio nella vita vera.
La copertina mi piace molto in quanto rispecchia tutto il romanzo complimenti all’autore.
BIOGRAFIA
Roberto Carboni, classe 1968, è nato a Bologna e vive sulle colline di Sasso Marconi. Tassista per diciassette anni, attualmente autore e docente di scrittura creativa a tempo pieno. Nel 2015 è stato premiato con il Nettuno d’oro, il più autorevole riconoscimento a un artista bolognese. Nel 2016 con il premio speciale Fondazione Marconi Radio Days. Nel 2017 ha vinto il concorso letterario Garfagnana in Giallo, nella sezione Romanzo Classic. Nel 2018, su 47 romanzi in concorso si è aggiudicato anche il prestigioso SalerNoir Festival di Salerno. È al suo decimo romanzo edito. Con le sue storie noir, tutte ambientate a Bologna, indaga l’animo umano nei suoi abissi più scuri e corrotti.

libro

libro

libro

libro

bellissimo

libri suspense

libri suspense

poco suspense

Per i buoni sentimenti rivolgetevi altrove

Sono affiliata amazon
Cosa significa? Cliccando sul link amazon del libro, avrete accesso alle schede del titolo. Da questo click non ci ricavo nulla. Solo con l’acquisto del libro ricevo una piccolissima percentuale (il 10%), che sfrutto unicamente per acquistare libri per poi, recensire nel blog. Siete, ovviamente liberissimi di farlo o non farlo, io continuerò a recensire i libri.

Gialli Thriller


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...